NPLc

morosità condominiale

come gestirla

Prevenzione

L’amministratore che, alla chiusura dell’esercizio fiscale abbia riscontrato delle insolvenze da parte di uno o più condomini, deve agire da buon padre di famiglia richiamando il condomino ai propri doveri ed, in ultima istanza, come ultimo tentativo bonario, inviare una diffida ad adempiere dove si spiega che, trascorsi i termini previsti, si dovrà procedere al recupero forzoso tramite azioni di escussione giudiziaria che compoterà dei costi aggiuntivi.

Azione...

Nel caso in cui, a seguito della diffida, il moroso sia insolvente verso il condominio, l’amministratore, entro 6 mesi dalla chiusura di bilancio, deve affidare la pratica ad uno studio professionale che blocchi la morosità con ogni mezzo legale disponbile, a tutela dei condomini virtuosi, come previsto dalla Legge 220.

Tutte le azioni di recupero forzoso (morosità) comportano dei costi, importanti!

Tutti i costi devono essere anticipati dai proprietari virtuosi per coprire i danni fatti dai morosi.

come gestire la morosità

per chi non VUOLE...

...e per chi non PUO'

"anticipare le spese"

ecco come fare!

convenzione*

Il condominio stipula un accordo per evitare anticipazioni, spese legali

valutazione

I legali e SERVICOND, a seguito di istruttoria, decidono se assumere il rischio d'impresa

incarico

ad esito dell'istruttoria, il conodminio può conferire mandato e tutti i costi saranno in carico alla procedura

RECUPERO CREDITO
senza anticipazioni*

oppure...

puoi fissare un incontro in ufficio da te!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin